Carta d'Identità

Presso il Comune di Dignano è attiva la procedura per il rilascio della  carta di identità in formato elettronico (CIE), che ha validità10 anni per gli adulti, validità 3 anni per i cittadini di età compresa fra 0 e 3 anni  e validità  5 anni per i cittadini di età compresa fra 3 e 18 anni.

Chi deve rinnovare la carta di identità può  presentare richiesta fino a 180 giorni prima della scadenza.

Di norma, l’ufficio anagrafe informa il cittadino dell’imminente scadenza del documento.

La CIE ha le dimensioni di una carta di credito corredata da foto, impronte digitali e codice fiscale del titolare e da un microprocessore, per proteggere da contraffazione i dati anagrafici. Inoltre ha la caratteristica di agevolare l’acquisizione di identità digitale sul Sistema Pubblico di Identità Digitale (SPID).

 

La richiesta di rilascio della CIE e la raccolta dei relativi dati è di competenza del Comune, mentre il rilascio verrà effettuato  dall’Istituto Poligrafico Zecca dello Stato e la CIE sarà recapitata direttamente presso l’indirizzo indicato dal cittadino entro circa 6 giorni lavorativi dalla richiesta.

 Per il rilascio della carta di identità elettronica bisognerà presentare istanza all’ufficio anagrafe, presentando:

a)    n. 1 foto tessera recente, conforme alle linee guida relativa alle fotografie da utilizzare sui documenti di identità personale.  Le foto dovranno:

-       essere recenti - max 6 mesi

-       avere una larghezza di 35/40mm

-       inquadrare in primo piano viso e spalle (il viso deve occupare il 70-80% della foto)

-       essere a fuoco e nitide

-       essere di alta qualità

-       non avere macchie d'inchiostro o pieghe

-       ritrarre la persona con sguardo diretto verso l'obiettivo

-       mostrare il colorito naturale della persona

       -          avere un livello ottimale di luminosità e contrasto

    -        essere stampate su carta fotografica di qualità e ad alta risoluzione;

b)  tessera sanitaria;

c)     carta d’identità scaduta, 

d)    eventuale denuncia di smarrimento. Se sprovvisti di documenti identificativi, è prevista l’identificazione in base alla dichiarazione di due testimoni maggiorenni muniti di documento valido.

All’atto del rilascio, il richiedente dichiara su modello prestampato, di non trovarsi nelle particolari condizioni che per legge impediscono il rilascio del passaporto.

 

Per il rilascio di CIE a favore di minori occorre inoltre:

e) La presenza del minore. 

f) La presenza di entrambi i genitori o di chi ne fa le veci, muniti di carta di identità valida, se si vuole ottenere la validità per l’espatrio. (Ovvero se un genitore non può essere presente deve presentare la dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà per il rilascio al minore della CIE valida per l'espatrio-vedi allegato a fondo pagina).

L’uso della carta d’identità valida all’espatrio per i minori di anni 14 è subordinato alla condizione che il minore viaggi con uno dei genitori o con chi ne fa le veci.

La pratica per il rilascio della CIE è effettuata previo appuntamento da fissare presso l’ufficio anagrafe,  telefonando allo 0432/944910-944912

Per quanto sopra l’ufficio anagrafe   segue il seguente orario di apertura al pubblico: PREVIO APPUNTAMENTO TELEFONICO ALLO 0432/944910 - 944912

 

 

LUNEDI

MARTEDI

MERCOLEDI

GIOVEDI

VENERDI

SABATO

MATTINA

Solo Carte d’identità

10.30-11.30

10.30-11.30

10.30-11.30

10.30-11.30

10.30-11.30

CHIUSO

Anagrafe

11.30-12.30

11.30-12.30

11.30-12.30

11.30-12.30

11.30-12.30

CHIUSO

POMERIGGIO

Solo Carte d’identità

16.30-17.15

chiuso

chiuso

chiuso

chiuso

 

Anagrafe

17.15-18.00

chiuso

chiuso

chiuso

chiuso

 

La CIE può essere emessa solo ai soggetti presenti sul sistema INA (Indice Nazionale dell’Anagrafe), ove sono inseriti i cittadini con i dati personali e il codice fiscale allineati in tutte le banche dati delle pubbliche amministrazioni. Pertanto, specie nei primi tempi,  potrebbero esserci dei disguidi con conseguente dilatazione dei tempi di rilascio

 Il costo della CIE è di € 22,21

La carta di identità cartacea potrà essere emessa solo in casi eccezionali debitamente giustificati da idonea documentazione.

Nulla cambia per quanto riguarda la normativa relativa ai requisiti, condizioni, durata e validità per l’espatrio.

 

Ulteriori informazioni sono disponibili sul sito www.cartaidentita.interno.gov.it

 

Per informazioni rivolgersi all’Ufficio anagrafe: tel. 0432/944910-944912 e-mail: demografico@comune.dignano.ud.it

 

 

Possibilità di esprimere la volontà di donare gli organi



Migliaia di persone ogni anno vengono salvate con il trapianto. La donazione di organi, tessuti e cellule rappresenta un atto di grande solidarietà verso il prossimo, un segno di civiltà, di rispetto per la vita e di maturazione culturale di un Paese, nonché un’efficace terapia per alcune gravi malattie e l’unica soluzione per patologie non altrimenti curabili.
Anche l’Ufficio Anagrafe, può raccogliere e registrare la dichiarazione di volontà sulla donazione di organi e tessuti in occasione del rilascio e del rinnovo della carta di identità elettronica.

A tutti i cittadini maggiorenni è dunque offerta la possibilità (non l’obbligo) di dichiarare la propria volontà (consenso o diniego) in materia di donazione di organi e tessuti dopo la morte in sede di rilascio o rinnovo della CIE.

 

Queste dichiarazioni sono registrate direttamente nel Sistema Informativo Trapianti (SIT), il data-base del Centro Nazionale Trapianti.

In caso di decesso, a morte accertata, i medici verificano se il potenziale donatore abbia con sé un documento che attesti la propria dichiarazione di volontà o se quest’ultima risulti registrata nel SIT. In mancanza di tale espressione di volontà, è possibile procedere ad espianto di organi solo qualora non vi siano opposizioni da parte dei familiari.

Infatti, se un cittadino non esprime la propria volontà in vita, la legge prevede la possibilità per i familiari  di opporsi al prelievo durante il periodo di accertamento di morte. Pertanto, è bene parlare anche con i componenti della propria famiglia, poiché - in assenza di dichiarazione - sono loro ad essere interpellati dai medici circa la volontà espressa in vita dal congiunto. Per i minori sono sempre i genitori a decidere, e se anche solo uno dei due è contrario, il prelievo non può essere effettuato.


Il cittadino può modificare la dichiarazione di volontà in qualsiasi momento. Sarà comunque ritenuta valida, sempre, l’ultima dichiarazione resa in ordine di tempo secondo le modalità previste.


E’ possibile anche in qualsiasi momento richiedere la cancellazione della dichiarazione di volontà resa Il cittadino può anche scegliere di non esprimersi al riguardo e nessuna comunicazione verrà inviata al SIT.
 

Si precisa che l’Ufficio Anagrafe esclusivamente  raccoglie la dichiarazione di volontà, Chiunque volesse ulteriori informazioni al riguardo può consultare in merito il sito web www.trapianti.salute.gov.it o rivolgersi agli sportelli dell’Azienda sanitaria , al Centro Regionale Trapianti o alle Asssociazioni competenti.

 

 

UFFICIO COMPETENTE: Anagrafe

L'UFFICIO ANAGRAFE RICEVE SOLO SU APPUNTAMENTO DA FISSARE TELEFONANDO ALLO 0432/944910 - 0432/944912